Libera lo splendore prigioniero. Il tentativo è quello di attivare delle volontà, di far partire una scintilla che, raccolta da chi ci segue, crei una scarica permanente, un flusso. Verrà il momento in cui tutti gli sconvolgimenti cosmici si assesteranno e l’universo si aprirà per un attimo, mostrandoci quello che può fare l’uomo.

mercoledì 4 gennaio 2012

QUANTI QUANTI SI TROVANO IN UN'ANIMA?



Oggi assisto con un certo malcelato fastidio ad espressioni, interventi, posizioni, da parte di alcuni uomini di una certa notorietà, come ad esempio il cantante Franco Battiato per rimanere nell'orticello italico, che sostengono la tesi secondo la quale un piccolo gruppo di ricercatori, scienziati e mistici (?) siano portatori della Luce della conoscenza, di contro ad una massa idiota – sempre secondo il siculo Battiato e compagnia cantante – che si troverebbe sotto l'influenza di un raggio oscuro, di tenebra e che ignora di ignorare. Ora, tali illuminati alla Battiato cuccuruccù, che lodandosi si sbrodano, ritengono di doversi assumere l'onere di rettificare la posizione di tal massa di persone che non hanno avuto, almeno sino ad ora, la possibilità di accedere ai piani superiori dell'intelletto. In che modo gli ignoranti potrebbero uscire dall'influenza tenebrosa? Partecipando (e pagando) alle conferenze dei fisici quantistici soprattutto anglofoni, oggi di gran moda e seguito; acquistando i dischi originali, ovviamente, di Franco Battiato in collaborazione del filosofo senzadio Manlio Sgalambro; comprandosi tutto il catalogo Adelphi dell'orgiastico guru Calasso; ritirarsi magari in qualche casetta sgarrupata in Tibet per alcune settimane; danzare fino al rincoglionimento, pardon, all'estasi come insegnano i dervisci ballerini. Entriamo nel dettaglio. Ecco il kit del nuovo misticismo pop:

quarta via+
spruzzate di viagra tantrico+
filodiffusione da stereo 'figo' Bang & Olufsen+
kundalini orgasmica+
fusione con noosfera teilhardiana+
rispettare le leggi dell'idrogeno gurdjieffiano+
driver quantistico...
e le porte dell'universo si apriranno

Ora, che dopo la sbornia New Age nazional popolare si dovesse passare all'esoterico gnostico, per definizione elitario, era nelle cose. Che alcuni fisici furbetti dovessero trovare il filone giusto per divulgare il nuovo verbo della Scienza, un minestrone di dati per lo più incoerenti e problematici come quelli della ricerca quantistica, poteva pure starci dopo il riduzionismo accademico asfittico e senza speranza. Quello che più mi infastidisce è la presunzione con cui tali personaggi vorrebbero farci credere che funzioni d'onda, salti quantici, particelle infinitesimali che partendo da direzioni opposte comunicano tra loro, possano arrecarci benessere interiore; che lo yoga sia il motore immobile per viaggiare nel tempo; che matrix-multiversi-stringhe, possano condurci verso il superamento della condizione umana; che un mix di fisica di frontiera e di biologia delle emozioni, possa spostare il pesante fardello dell'io e rendere luminosa la vita dell'uomo comune.

Ci troviamo di fronte ad una insopportabile commistione di livelli: fisica e metafisica non si incontreranno mai, checché ne dicano i nuovi apostoli del quanto. Già la nuova gnosi di Princeton illuse molti sconsolati spiritualisti in cerca di basi di appoggio scientifiche, ma la Via per il Risveglio non passa da lì.

Bisogna trovare un interfaccia, un nesso, un punto di contatto...

Si inizierà dal soma per cambiare; si dovrà poi padroneggiare il respiro, il propellente dello spirito; il corpo non devrà essere mortificato, bensì trasmutato; il primo passo è l'immobilità per giungere all'auspicato silenzio. L'uomo che desidera scoprire se stesso, deve stare in ascolto. Superando la psicologia e debilitando il subconscio. Ma prima di tutto, come consigliava Pitagora, onora gli Dèi.

Scandurra dice che è tutta una questione di 'pancia', guarda un po'.

6 commenti:

Jake_ ha detto...

Angelo, ho l'impressione che Gurdjieff uno come Battiato l'avrebbe cacciato a randellate..
Gli Dei, vero, ma oramai anche la Chiesa li ha sostituiti con idoli che rispondono a gettone.
Gli Dei vanno cercati, ma non si può entrare nel tempio con gli scarponi infangati, come è oramai abitudine delle masse. Mi viene da riflettere su chi sia veramente l'interlocutore di tanti "fedeli", al di là delle forme esteriori sempre linde e pinte.

Pol ha detto...

Impressionante come un cantante pop come Battiato sia in grado di esercitare tutto questo fascino e questa forza d'attrazione, in molti lo considerano un maestro. Tra l'altro gli ho sentito dire qualche mese fa di essere molto contento della reazione di un certo pubblico italiano nei confronti della politica, per ciò che riguarda gli ultimi 30 anni... Mah!

"...fisica e metafisica non si incontreranno mai, checché ne dicano i nuovi apostoli del quanto."
E quindi che dire del visionario Tesla a cui dedichi un blog, che diceva che sarebbe stato possibile persino spostare il sole?

ANGELO CICCARELLA ha detto...

@ Jake
Credo anch'io che il mago armeno avrebbe bastonato uno come Battiato. Maestrino siculo di belle speranze ma di poco spessore e coraggio. In realtà è un paraculo che studia per comprarsi quote di mercato.

@ Pol
Tesla è un fisico senza scopo di lucro, inventore e ricercatore. Si avvicinò a concezioni della realtà per certi versi assimilabili a piani sottili. Il suo 'etere' è più simile al prana indù che a quello newtoniano.

Pol ha detto...

Ciao Angelo grazie per la risposta.
In passato ho letto parecchie cose su Tesla, e sinceramente non sono in grado di sbilanciarmi né in un senso né nell'altro.
Un personaggio molto affascinante, sbalorditivo come in molti sanno, ma prescindiamo da questo.
Alcune sue scoperte e teorie sono tornate alla ribalta negli ultimi decenni generando parecchio fermento, tra tutte ovviamente quelle sull'etere. Non mi sembra che il suo concetto di etere sia molto lontano da quello che attualmente viene chiamato "Campo di Planck" che viene trattato da molti fisici tra cui Penrose e altri meno conosciuti e meno mainstream, e spesso osteggiati dal potere come lo fu Tesla. Quindi se il suo etere è simile al Prana, lo possono essere allora anche le moderne teorie in linea.
poi frasi di Tesla come
"Il dono del potere della mente proviene da Dio, Essere Divino, e se concentriamo le nostre menti su quella verità, noi ci sintonizziamo con questa grande potenza." sono da ponderare e, insieme a molte altre, le lascio al giudizio di ognuno.
a presto

Jake_ ha detto...

Quel che accomuna tutti gli illusi che viaggiano nel labirinto di quel mix di pensiero positivo / PNL / nuova fisica / bassa ritualistica / chaos magic , è la falsa certezza di poter afferrare l'inafferrabile con condensazioni del proprio pensiero nelle quali poi si identificano.
Non comprendono costoro, che un Dio infinito non sarà mai intrappolabile in cabalette personali.
Le cabalette personali sono utili, ma sono arnesi che esauriscono la loro utilità strumentale nell'ambito della bassa mente di chi le formula.
La formula matematica di Dio, se esiste si incarna - nella fisica comune e nei concetti mentali - in forme sempre nuove e stupefacenti.
La dimostrazione? Una per tutte: Battiato non è un Artista, non dona l'ebbrezza che appartiene all' Arte. E' solo un tizio istritto alla categoria professionale degli artisti, cosa diversa. :)
In altre parole lui è artista come un teologo (e di media caratura) è santo.

ye8sterday ha detto...

Cercare Dio tramite la Nuova Fisica equivale a fare come i gatti che frugano nella spazzatura, e sono contenti se trovano una lisca di pesce.